Rifiuti zero

In Italia non c’è una quantificazione precisa dei rifiuti prodotti, né per i rifiuti solidi urbani (RSU) né per i rifiuti speciali (RS).

Secondo i dati Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) sui Rifiuti Solidi Urbani e i Rifiuti Speciali, la produzione è passata da oltre 162 milioni di tonnellate del 2010 a poco meno di 150 milioni del 2014.

Dove vanno a finire tutti questi rifiuti?

Per i RSU, sempre Ispra, sostiene che la maggior parte finisce in impianti di trattamento meccanico biologico, una parte in discarica, una parte negli inceneritori, compostaggio, compostaggio e digestione anaerobica.

La maggior parte dei rifiuti però sono speciali (RS) e qui non esistono metodi precisi né obbligatori di tracciatura ed è impossibile avere dati certi sulla loro destinazione.

A Policoro la raccolta dei rifiuti risulta essere “minimamente accettabile” da quando hanno introdotto, uno dei primi comuni della Basilicata, la raccolta differenziata, ma molto altro ancora si potrebbe fare per renderla “del tutto accettabile”!

Uno dei problemi di cui sopra è che, si è vero che a Policoro la raccolta differenziata sta procedendo bene, è pur vero che la tassa sui rifiuti sostanzialmente non si è abbassata come dovrebbe logico essere!

Noi del MoVimento 5 Stelle lo abbiamo scritto nel Programma: ridurremo la tassa sui rifiuti per i cittadini attraverso la Strategia Rifiuti Zero, grazie alla diffusione del compostaggio domestico.

Attraverso questo sistema si ridurranno drasticamente il volume e il peso dei rifiuti umidi e secco che devono essere smaltiti; lo svilupperemo a 360° in tutta la comunità e lo incentiveremo, come è giusto che sia, applicando lo sconto sulla tassa dei rifiuti verso i cittadini che lo applicheranno, fornendo loro la compostiera a chi ne farà richiesta.

L’obiettivo del MoVimento 5 Stelle di Policoro è il 100% di differenziata, ovvero Zero Rifiuti. La nostra priorità in questo settore, prevede anche la Tariffa Puntuale che deve fungere da incentivazione a pratiche virtuose per ridurre conseguentemente i costi che gravano sui cittadini.

Siamo ovviamente contro il Combustibile solido secondario, contro l’inceneritore, contro le discariche.

Cosa faremo di concreto quindi noi del MoVimento 5 Stelle a Policoro?

  • implementeremo e svilupperemo ancora maggiormente il sistema di raccolta “porta a porta” dei rifiuti già presente ma integrato con un sistema che valorizzi il cittadino che differenzia maggiormente, applicando la tariffa puntuale;
  • sviluppare delle isole ecologiche, dove è possibile, una in ogni quartiere della città;
  • creare dei “Centri del Riuso”dove sarà possibile portare oggetti per il baratto e oggetti di seconda mano per la  donazione;
  • proporre alla media e grande distribuzione macchinari per la raccolta di contenitori di plastica e un servizio per i contenitori in vetro con “vuoto a rendere”;
  • applicazione della “carta Sprecozero” e realizzazione di progetti con scuole sul riciclo e riuso del materiale;
  • patrocinio e contributi solo per iniziative che prevedono basso impatto ambientale;
  • incentivare la filiera “a km 0” per la vendita e consumo di prodotti sfusi con agevolazioni ai produttori e commercianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *